centro musa
musei del sito reale di portici

youtube fb inst

 

25 marzo
Il Dante dì
#dantedì

 25 marzo 2020 dantedi

Che il poeta filosofo dovesse avere qualche conoscenza dello studio amenissimo delle piante potea farlo supporre l'avere esso appartenuto all'arte dei Medici e degli Speziali.
Di tal prove il poeta stesso ce ne porgerà di più valide nei bei versi che delle piante egli scrisse.
Roberto de Visiani, Accenni alle cognizioni botaniche di Dante nella Divina Commedia, 1865